Luigi Capuana

Capuana, pur con il suo bagaglio culturale approssimativo, avverte il rapporto profondo tra sesso e potere, che rappresenta il lato oscuro, ossessivo, di questa vicenda: la quale, nel suo strato più di superficie, è un dramma di gelosia e di corna alla siciliana, corna evitate ma temute, tanto da portare comunque al delitto d’onore. Questo è il nucleo, che però lo scrittore dilata in nuove diramazioni, di influenza colta, trasformando la sua opera in una sorta di Delitto e castigo, senza le istanze e le tensioni superomistiche di un Dostoevskij e invece con abbondanza di folclore…