Il Catalogo della Mostra Internazionale Far di se stesso fiamma. Carlo Michelstaedter (1887-1910), promossa dalla Fondazione della Cassa di Risparmio di Gorizia e dalla Biblioteca Civica di Gorizia, propone in una straordinaria galleria di immagini l’itinerario di questo autore inclassificabile. A cura di Sergio Campailla. L’organizzazione è di Civita Tre Venezie. La stampa è dell’editore Marsilio.

Suddivisa in quattro percorsi fondamentali, la Mostra racconta il mistero di una vocazione esuberante e tragica, attraverso una rassegna di dipinti, schizzi, fotografie, documenti, manoscritti, edizioni, cimeli. Molti materiali sono inediti, a cominciare da quelli sulle relazioni sentimentali e amorose di Carlo, sin qui rimaste ambiguamente in ombra. Viene documentata in maniera sorprendente la matrice ebraica della sua formazione culturale, risalendo agli antenati rabbini. Michelstaedter è stato un graffiante testimone d’epoca: i suoi interlocutori, familiari ed esponenti della comunità ebraica, compagni e professori, i celebri docenti dell’Istituto di Studi Superiori, personalità di spicco incontrate a Gorizia e a Firenze, entrano nei suoi taccuini, disegnati dalla sua mano abile e dalla sua mente platonica. La Mostra, ricca di preziose notizie di primo piano e di sfondo, fornisce per la prima volta una serie di identificazioni di personaggi, che incrementa il valore storico dei pezzi e darà il piacere del riconoscimento. Struggente è la galleria degli autoritratti. Nel complesso, un viaggio nell’interiorità di un giovane sospettato di genio, alla vigilia della prima guerra mondiale, nel racconto di Sergio Campailla.

Marsilio 2010, pp. 196